Il lavoro di Alessandro Di Giampietro nasce dall’osservazione dell’identità umana intesa come insieme di stratificazioni che creano modelli comportamentali iconici nella società di oggi; esplora i rituali umani, le pratiche intorno al corpo e i giochi che le persone mettono in scena per passare da un archetipo a un altro. Ogni suo lavoro è un tentativo di ricostruire un evento in cui il confine oscilla tra realtà e finzione, come quando gli esseri umani sono prigionieri dell’incantesimo del comportamento sociale abituale.

hemon è uno dei più talentuosi e apprezzati artisti hip hop italiani. Negli anni ha attuato un continuo rinnovamento del suo personalissimo stile musicale: partito dal rap lo ha poi mescolato al soul, al funk, al jazz e alla musica italiana, diventando un artista unico nel panorama italiano. Dopo i primi tre album, è il quarto, intitolato “ORCHIdee” (2014) a segnare la sua prima importante maturazione artistica: una produzione indipendente che vede presenti i migliori i musicisti italiani e che mette d’accordo appassionati, radio e grande pubblico

Nato nel 1980 a Ginevra, vive a Berlino e Ginevra. Batterista, compositore e curatore, Alexandre Babel è considerato un punto di riferimento per la scena della musica sperimentale e l’interpretazione dei repertori del XX e XXI secolo. I suoi progetti innovativi sfidano le convenzioni musicali, sorprendendo gli ascoltatori e affermandosi in contesti sempre nuovi. Vanta numerose collaborazioni con gruppi e artisti

Inizia lo studio del pianoforte presso la Civica Scuola di Musica “A. Pozzi” di Corsico con Lorena Portalupi. Prosegue gli studi musicali superiori presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano con Ettore Borri, conseguendo nel 2020 il Diploma Accademico di Primo Livello di Pianoforte. Attualmente frequenta il Biennio di Musica da Camera con Emanuela Piemonti

Dopo la formazione all’Ecole des Beaux-Arts di Losanna, lo scenografo e artista visivo svizzero Massimo Furlan ha lavorato con diverse compagnie di danza e teatro. Nel 2003 ha fondato la sua compagnia dedicata alle arti dello spettacolo, Numéro23Prod, per interrogare l’atto della rappresentazione al di fuori dei confini dei generi. Le sue molteplici performance, essenzialmente articolate intorno all’umorismo e al contrasto, mettono in discussione le manifestazioni popolari

Autodefinendosi “artista artista”, San Keller si posiziona nel mondo dell’arte assumendo vari ruoli con una buona dose di scetticismo, autoironia ed energia. Per Keller l’arte non è solo una sfida in termini di contenuti, socialmente motivata e rispondente alla sua curiosità riguardo al comportamento umano e ai sistemi sociali e legati all’arte, ma anche in termini di forma. Che è indissolubilmente legata al contenuto. Nato nel 1971 a Berna, San Keller vive e lavora a Zurigo dal 1995. È noto per le sue performance partecipate e i suoi interventi artistici di breve durata che non di rado sembrano esperimenti sociali

Dopo gli iniziali studi in Restauro e in Pittura all’Accademia di Como, Oppy de Bernardo si trasferisce a Milano dove si iscrive il corso di Alberto Garutti a Brera. Nel 2008 è tra gli artisti selezionati per il Corso Superiore di Arti Visive della Fondazione Antonio Ratti di Como e vincitore, nello stesso anno, del Premio Epson FAR alla Fabbrica del Vapore di Milano. Nel 2009 è tra gli artisti presenti al R.o.R. Artist in Residence Program, Sempas, Slovenija (SLO). Ha tenuto esposizioni personali e collettive in Svizzera e all’estero

Yari Miele è nato nel 1977 a Cantù (Como) dove si diploma nel 1997 all’Istituto Statale d’Arte ‘Fausto Melotti’. Nel 2003 si laurea in pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano dove frequenta i workshop condotti da Carla Accardi, Gilberto Zorio e Corrado Levi, per cui in seguito lavora nel suo studio. Nel 2001, prima di completare gli studi, vince il primo premio Salon I del Museo della Permanente (Milano). Ha tenuto diverse mostre personali e collettive, tra cui Blue Dragon a cura di Giorgio Verzotti all’Edicola Radetzky (Milano) nel 2018 e Get a Nerve a Villa Sarasin (Ginervra) nel 2019

Alex Dorici nasce a Lugano nel 1979, da padre italiano e madre portoghese. Si forma tra Lugano e Como, dove si diploma presso l’Accademia di Belle Arti Aldo Galli. Durante gli studi vince il primo premio nella sezione video del Concorso di studi Angelo Tenchio (Como) con il cortometraggio Saudade Itamar (2003) e il secondo premio alla Biennale d’incisione della Città di Como (2004). Nel 1999 fonda a Lugano il suo Artelier, che oltre a essere il suo studio si pone come spazio espositivo indipendente di arte contemporanea e punto d’incontro tra artisti

Cosimo Filippini, nato a Lugano nel 1979, è un artista e fotografo svizzero. Ha un rapporto ventennale con Milano, dove ho studiato Economia per l’Arte, la Cultura e la Comunicazione presso l’Università L. Bocconi e pianoforte presso il conservatorio G. Verdi. Successivamente ha intrapreso una pratica artistica legata in particolare alla fotografia e alla collaborazione con altri artisti