RESIDENZA KOINÓTES

PUBLIC PROGRAM

Gea grafia, Leandro Agostini
Gea grafia, Leandro Agostini

MARZO – APRILE 2024

La Residenza dedicata ai collettivi promossa da Casa degli Artisti, che prende corpo da ottobre 2023 ad aprile 2024 come percorso di esperienza artistica di approcci e pratiche di comunanza e continua formazione multidisciplinare, con l’obbiettivo di creare una comunità germinativa che vada al di là dello spazio fisico della Casa stessa e del tempo di accadimento della residenza.
Il progetto si ispira al termine koinótes, usato dal nuovo ambientalismo per indicare un tessuto di connessione completa e interdipendente tra tutte le forme di vita animate e inanimate presenti sul pianeta Terra, sulla base del quale si può costruire un altro equilibrio che permetta l’uscita dall’antropocene. Una nuova fase evolutiva, il Koinocene, coniato dall’antropologo Adriano Favole, cioè il tempo della comunanza.
“Somiglianza”, “comunione”, “partecipazione” e “relazione” tra tutti gli esseri sono i concetti racchiusi nel sostantivo greco koinótes e nell’aggettivo koinos.
Questo termine deve anche ispirare una nuova idea di comunità sociale, che veda la comunità stessa come ambiente comune di appartenenza, di origine, di comunanza. La casa comune. Un ambientalismo umanitario organico e politico, che lavora all’equilibrio e all’armonia. Una rete di relazioni interdipendenti, come un grande albero vitale e in espansione, le cui radici e foglie, fiori e frutti diventino mappa circolare.

Il progetto, a cura di Olga Gambari, identifica nella figura del collettivo il soggetto protagonista di nuova comunità impostata sui valori della relazione, del processo come pratica produttiva, della condivisione come valore informativo primario.

 

CLICCA QUI PER SCOPRIRE IL DIARIO DELLA RESIDENZA

 

Abitano la Casa fino ad aprile 2024 i collettivi: 

damp, E il Topo, Extragarbo, FUMOGENI, Grosso Sonno Viola, Guinea Pigs + Anelo 1997, Murmur, Nadir Daily, Neutopica, Osservatorio futura + RAVE, Piccolo Cinema Onirico, Progetti specifici + Dear Onlus, scafandra, TIST, Visualcontainer

 

PUBLIC PROGRAM 

Marzo

domenica 17 marzo | 18.30 – 20.30

Presentazione della pubblicazione CERCA reader esito del programma CERCA, che ha rappresentato l’Italia alla IV BienalSur – Biennale internazionale di arte contemporanea del Sud / Buenos Aires (2023)

Intervengono Angelo Bianco Chiaromonte, Direttore della Fondazione SoutHeritage in dialogo con Benedetta Casini, curatrice di BienalSur e gli artisti e curatori di Carico Massimo, progetto a>monte, Centro Itard, Collettivi Nadir Daily, Scafandra, Visualcontainer, Firmamento Collettivo.

 

giovedì 21 marzo | 18.00

Filoi e Dialogoi

Irene Pittaore, artista e Gea Casolaro, artista, in dialogo con i collettivi e la curatrice Olga Gambari.

 

In collaborazione con

OPEN STUDIO

giovedì 7 marzo | 14.30 – 21.30

Open Studio RAVE+Osservatorio Futura

Alle 18.30 Proiezione del video “Le gnot dai lusôrs” di Isabella Pers. Con Olga Gambari, curatrice Koinotes. La comunità germinativa, Susanna Ravelli, Casa degli Artisti, Francesca Disconzi e Federico Palumbo, Osservatorio Futura, e Alessandra Arnò, Visual Container.

 

domenica 10 marzo | 16.00 – 21.30

Open Studio Murmur

Dialogo con Riccardo Benassi, artista, Tommaso Di Dio, poeta, e Allison Grimaldi Donahue, poetessa e scrittrice. A seguire open mic per tutti i partecipanti.

Workshop 16.00 – 19.00 (10 posti disponibil, per candidarsi mandare i propri testi a murmurpoesie@gmail.com)

 

martedì 12 marzo | 16.00 – 19.00

Open Studio Extragarbo

Il collettivo Extragarbo si presenta, aprendo alla comunità allargata Koinotes. La comunità germinativa di Casa degli Artisti, la sua attuale ricerca, che si sviluppa intorno alle tematiche che riguardano visibilità, privilegio e redistribuzione della parola. Attraverso la progettazione di un dispositivo partecipativo, che indaga la dimensione affettiva del formato canzone e che si formalizzerà nell’installazione di un jukebox all’interno della vetrina di Platea – Palazzo Galeano (Lodi), Extragarbo vuole produrre un’interferenza nello spazio pubblico urbano, rendendolo cassa di risonanza per le voci non ascoltate. Durante l’Open Studio a Casa degli Artisti, il collettivo vuole confrontarsi, nel cuore di questa ricerca, con le partecipanti, condividendo le questioni e le criticità della progettazione in corso e un primo  prototipo del dispositivo immaginato.

 

martedì 19 marzo | 16.00 – 21.00

Open Studio Progetti Specifici+Dear Onlus.

Racconto del progetto realizzato con il reparto di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Regina Margherita di Torino. Lettura performativa di Silvia Ferrero, a seguire confronto aperto

L’open studio del progetto offrirà l’opportunità per interagire direttamente con il processo creativo e di esplorare le tematiche affrontate attraverso una lettura performativa delle immagini realizzate in reparto. L’open studio si articolerà in un primo momento alle ore 16, riservato ai collettivi in residenza, e un secondo alle ore 18 aperto al pubblico. Entrambi i momenti saranno seguiti da un dibattito aperto.

 

mercoledì 20 marzo | 14.30 – 21.30

Open Studio Osservatorio Futura+ RAVE

Alle 18.30 Presentazione di “The Age of Remedy” di Tiziana Pers

Intervengono Tiziana Pers, Francesca Disconzi, co-fondatrice Osservatorio Futura, Damiano Gullì, curatore per Arte contemporanea e Public Program di Triennale Milano, Olga Gambari, curatrice di Koinotes e Susanna Ravelli, board di Casa degli Artisti.

Durante l’Open Studio avrà luogo la première del progetto e installazione video The Age of Remedy di Tiziana Pers in collaborazione con Triennale Milano, a cura di RAVE East Village Artist Residency e Osservatorio Futura, iniziativa realizzata nell’ambito di Koinotes. La comunità germinativa, a cura di Olga Gambari, con testo critico di Pietro Gaglianò e il supporto di Casa degli Artisti.

 

domenica 24 marzo | 18.00-21.00

Open studio E IL TOPO

D’altronde sono sempre gli altri che moriremo

Performance con topisti da tutta Europa, Gabriele Di Matteo, Steve Piccolo e Nikolov Dimitar.

 

lunedì 25 marzo | 10.30

On air Open Studio damp

Unrecord – collettivo damp in conversazione con Franco Bifo Berardi

In collaborazione con Kilowatt e radioarte.

Si parla della possibilità “di disertare ogni identità, ogni memoria di quello che siamo stati e di quello che abbiamo subito, perché il divenire possa divergere dall’essere quel che siamo stati.”

La conversazione risuonerà negli spazi di Casa degli Artisti e sarà trasmessa in diretta su radioarte.it.

 

mercoledì 27 marzo | 15.00 – 21.30

Open Studio Guinea Pigs e Anelo1997

I due collettivi presentano il prototipo della tappa n.4 di In Lotta con la realtà, un progetto di installazione interattiva e performativa che prevede la creazione di dispositivi spaziali, sonori e performativi che interagiscono con il pubblico. Il progetto ha visto già prodotte 3 tappe di indagine sui temi dell’adolescenza, del futuro e del confine nell’ambito di IT Festival presso Fabbrica del Vapore di Milano (Milano, 2017), Festival Castel dei Mondi di Andria (Trani, 2017), Festival Invisible Cities di Gorizia (Gradisca d’Isonzo, 2020). Per questa nuova edizione milanese, frutto della residenza Koinótes, il tema di indagine è il Rimpianto/Rimorso/Memoria. I due collettivi aprono al pubblico inoltre i propri album digitali di pratiche artistiche, ricerche, spettacoli e installazioni prodotti negli ultimi anni.

Per questa occasione i collettivi si sono avvalsi della collaborazione di Gianluca Agostini, sound designer, e di Federico Espositi, ingegnere dell’informazione specializzato in intelligenza artificiale e robotica, e hanno invitato Julian Soardi, artista visivo e video maker, a presentare i propri lavori di video arte, in parte frutto della collaborazione con i Guinea Pigs, in parte esito della sua ricerca recente.

 

martedì 2 aprile | 18.30 – 22.00

Open Studio scafandra

Durante l’open studio a Casa degli Artisti scafandra propone una pratica di presenza, osservazione e lavoro collettivo. L’anatomia della casa è una forma di cura per andare oltre lo sguardo disattento, un invito ad abitare lo spazio e gli oggetti che lo popolano esplorandone le geometrie evidenti e quelle più nascoste. scafandra invita ad osservare la stanza da ogni prospettiva possibile e a sostare sui dettagli per un tempo lungo che esula dai ritmi frenetici del quotidiano. Questa forma di esplorazione scomoda attiva un’attenzione a cui siamo disabituati che registra i cambiamenti più sottili. Chi partecipa ha la possibilità di tenere traccia liquida e multiforme di questo studio intimo con disegni, foto, video, audio e appunti scritti. La poesia non è un prodotto né di partenza né di arrivo, ma un paesaggio ibrido da attraversare insieme.

INFORMAZIONI PRATICHE

PUBLIC PROGRAM

domenica 17 marzo 18.30 – 20.30 | Presentazione della pubblicazione CERCA

giovedì 21 marzo 18.00 | Filoi e Dialogoi

 

OPEN STUDIO

giovedì 7 marzo 14.30 – 21.30 | Open Studio RAVE+Osservatorio Futura

domenica 10 marzo 16.00 – 21.30 | Open Studio Murmur

martedì 12 marzo 16.00 – 19.00 | Open Studio Extragarbo

martedì 19 marzo 16.00 – 21.00 | Open Studio Progetti Specifici+Dear Onlus.

mercoledì 20 marzo 14.30 – 21.30 | Open Studio Osservatorio Futura+ RAVE

domenica 24 marzo 18.00-21.00 | Open studio E IL TOPO

lunedì 25 marzo 10.30 | Open Studio damp

mercoledì 27 marzo 15.00 – 21.30 | Open Studio Guinea Pigs e Anelo1997

martedì 2 aprile 18.30 – 22.00 | Open Studio scafandra