OPEN STUDIO | SWISS PROGRAM

18 MAGGIO 2022

Mercoledì 18 maggio gli artisti apriranno al pubblico le porte dell’atelier dove stanno lavorando in residenza. Nell’ambito di House of Switzerland, evento dedicato alla diffusione della cultura Svizzera in Italia e a costruire rapporti tra i paesi, Casa degli Artisti ospita in residenza alcuni artisti svizzeri insieme ad artisti italiani, con l’intento di rimarcare la collaborazione e l’unità di intenti tra i due paesi.

ARTISTI

ELIA GOBBI e COSIMO FILIPPINI

Durante la residenza di Elia Gobbi e Cosimo Filippini presso Casa degli Artisti, l’atelier diventerà un laboratorio ospitale in cui gli artisti conducono l’esperienza artistica e accompagnano i partecipanti nel processo creativo, con il fine di incoraggiare la ricerca personale e la creatività, così come lo scambio e l’incontro tra realtà differenti. Il lavoro di ogni partecipante sarà in dialogo con gli altri nella configurazione di un’opera condivisa in divenire che prenderà forma nel corso della residenza.

 

ALEX DORICI e YARI MIELE

Il confronto tra realtà svizzere e italiane, fil rouge di questo progetto, si esplica perfettamente nella residenza degli artisti Alex Dorici (che vive e lavora prevalentemente a Lugano) e Yari Miele (che vive a lavora prevalentemente tra Cantù e Milano, con frequenti incursioni in Svizzera). Questa loro residenza è il primo step di un lavoro che proseguirà nei mesi successivi e che si concluderà con un’esposizione nel mese di settembre. Il lavoro di entrambi partirà dall’utilizzo delle cime nautiche dell’azienda Gottifredi Maffioli di Novara (che sostiene il progetto) per dare forma a un’installazione site-specific che interagirà con l’architettura della Casa, curata da Marco Tagliafierro.

 

OPPY DE BERNARDO

Durante la sua residenza presso Casa degli Artisti, De Bernardo realizzerà un mosaico in tasselli di cioccolato di diverse gradazioni di colore che riproduce la foto di nozze dei suoi genitori, napoletani immigrati in Svizzera. Il lavoro vuole essere una “contaminazione” e un’ “integrazione” di immigrati italiani, in questo caso i genitori dell’artista, in Svizzera, dove da sempre i cliché sono il cioccolato, gli orologi e la precisione. A sottolineare lo scambio tra i due paesi, i 3500 tasselli di cioccolata saranno prodotti dalla pasticceria Sandro Pinotti di Ascona. Una volta conclusa, l’opera “Souvenir” sarà messa a disposizione del pubblico, dai più piccoli agli adulti che potranno prendere i tasselli di cioccolato del mosaico e mangiarli.

INFORMAZIONI PRATICHE

18 maggio 2022 | 17.00>21.00

Elia Gobbi e Cosimo Filippini
Alex Dorici e Yari Miele
Oppy de Bernardo

 

Per info e prenotazioni: [email protected]