CUCINAR RAMINGO / Veglie dicembrine

dall’8 DICEMBRE
al 9 DICEMBRE 2021

ore 19.30

Casa degli Artisti presenta mercoledì 8 e giovedì 9 dicembre Cucinar Ramingo | Veglie dicembrine di Giancarlo Bloise, uno spettacolo teatrale che concilia le due più grandi passioni dell’artista, nonché componenti integranti della sua vita professionale: il teatro e la cucina.

Circondato da oggetti e strumenti progettati ad hoc, Giancarlo Bloise cucina e racconta di viaggi nella mitologia greca, nelle regole della cucina ebraica e nella scrittura di Giuliano Scabia. Fuochi, coltelli, pentole, scritti, padelle, miti, taglieri, musica, alimenti, idee, ricette e mestieri si mescolano per diventare teatro.

Racconta Bloise: «Un ricordo d’infanzia accompagna e guida il volo del Cucinar Ramingo nelle veglie dicembrine: dall’8 Dicembre, nella piana di Sibari Magnogreca, si rinnova ogni anno la prova del mosto, oramai trasformato in vino. Nel degustare insieme la dolce bevanda, ancora leggermente cruda, ci si riunisce nei giorni a seguire e si osserva dapprima colore e trasparenza, mettendo il bicchiere controluce, osservando attraverso il vetro la presenza o meno di eventuali residui. Dopo l’assaggio, gli anziani – a volte – dicono che il vino sta sfogliando, diventa vino fine e poi chiacchierando e valutando, s’appronta una cena frugale, per prima pane abbrustolito al camino e olio nuovo, poi altri racconti e altri manicaretti ad allietare gli animi, e così per i giorni a seguire fino alla notte del 12 Dicembre, considerata dalle nonne la notte più lunga dell’anno.»

Così, nel viaggio verso le giornate più buie dell’anno, il teatro cucina vagante recupera dalla tradizione la struttura che caratterizza gli incontri dicembrini e propone un ciclo di veglie | performance che – in dialogo con il ristoro della casa – possano abbinarsi a degustazioni di vini e cene leggere e conviviali.

 

Per sei mesi Giancarlo Bloise è stato lo chef del Bistrot di Casa degli Artisti. A conclusione di questo periodo, torna in una modalità inattesa, errante, appunto, raminga. E lo fa recitando, in modo spettacolare, esibito, spostando il fuoco dai fornelli della cucina alla scena, fulcro di un movimento rotatorio che trasforma gli ingredienti in racconti, in una rapsodia di storie e aromi incalzati dalla temperatura e dalla fiamma della voce narrante. “Cucinar Ramingo” è uno spettacolo frutto di anni di ricerca, di incontri con i suoi maestri, da Giuliano Scabia, a Mimmo Cuticchio, all’Odin Teatret, per citare quelli che più hanno influito sul suo percorso.

 

Lo sviluppo della due serate avrà due momenti distinti ma in continuità con i sapori della scena. La cena proposta a seguire è frutto della collaborazione avuta negli ultimi sei mesi tra Giancarlo e la cucina del Bistrot. L’artista farà parte del convivio finale insieme agli ospiti.

Ore 19.30 – 21.00 | Spettacolo con piccola degustazione del cucinato, pane e olio nuovo.

Ore 21.00 – 22.30 | Cena Ristoro per la tavola di Casa Degli Artisti con il seguente menu:

Fregola sarda tenuta coda di lupo con cavolo nero e due opzioni:

– lampredotto in zimino e Harissa dolce

– verdure al cartoccio e tzatzicki di robiola di capra.

– Calice di vino tenuta Sforza Monferrina

 

La serata dell’8 dicembre sarà introdotta da una breve presentazione di Oliviero Ponte di Pino.

 

«[…] con Giancarlo Bloise abbiamo trasformato il Bistrot di Casa degli Artisti in un atelier del gusto; ricerca ed esperimenti in parallelo ai servizio di pranzo e cena. Per i clienti e frequentatori di casa degli artisti, mangiare e assaggiare alcuni piatti è stata un’occasione di scoperta e confronto straordinaria» [Lorenzo Castellini, Degustazione]

BIO

Giancarlo Bloise studia musica sin da piccolo. Dal 1996 fino al 2013 vive a Firenze, dove frequenta l’università di architettura, dopo quattro anni sposta l’attenzione all’immagine e alla regia, oltre che alla recitazione cinematografica e poi teatrale. Dal 2001, parallelamente, lavora in una cucina Koscher per più di un decennio. Ha avuto modo di seguire ed essere partecipe di lavori del poeta drammaturgo Giuliano Scabia e del cuntista e puparo siciliano Mimmo Cuticchio. Incline a sovrapporre e armonizzare tecniche della manipolazione del cibo in relazione all’artificio di scena e alla progettazione di oggetti originali, con il primo studio sul Cucinar Ramingo, consegue il Premio TUTTOTEATRO alle arti sceniche Dante Cappelletti – Roma 2012. Nel 2016 stabilitosi a Milano, presenta il percorso maturo alla Triennale – Teatro dell’Arte per un ciclo di sei serate. Nel suo percorso alterna al lavoro di scena, incursioni nella cucina professionale. Da Maggio a Ottobre 2021 guida la piccola cucina del Bistrot Degustazione luogo d’accoglienza e ristoro di Casa Degli Artisti.

INFORMAZIONI PRATICHE

8 – 9 dicembre 2021 | 19.30

Biglietto unico Spettacolo: 15,00€ + diritti di prevendita

Biglietteria online, pre-acquisto obbligatorio su:

ACQUISTA QUI I BIGLIETTI PER LO SPETTACOLO

 

Presentarsi entro le ore 19.00 per il ritiro del biglietto presso Casa degli Artisti

Ingresso consentito con Green Pass

CENA RISTORO

Costo: 12,00€

prenotazione obbligatoria al 3427992990